Morire a quindici anni. Le parole giuste della Prof.

La Vigilia di Natale sono stata al funerale di un ragazzo di quindici anni. Inconcepibile. Inaccettabile. Inadatto. Intollerabile.

La vita succede e se ne fotte. Se ne fotte se è la vigilia di Natale, se hai solo quindici anni, se c’è anche il tuo regalo sotto l’albero, se piove o c’è il sole, se è il tuo compleanno o stai per partire per le vacanze. La vita se ne fotte e ti fotte. La chiesa piena, gli occhi smarriti, che si guardano intorno per capire se è successo davvero o se quell’incubo riguarda solo te. E lo speri. Ma è proprio guardando gli altri, invece, che ti rendi conto che sono tutti lì, come te, a cercare di spartirsi un po’ di quel dolore che non sa arrivare in punta di piedi e ti è piombato addosso, a tre giorni da Natale.

Continua a leggere